Produttori

Nuovi prodotti

Elenco dei prodotti per produttore STATE OF MIND

Catherine Laskine-Balandina è riuscita a sviluppare, attraverso il suo brand State of Mind, un progetto olfattivo davvero coinvolgente, sinergia e sinestesia tra gusto e olfatto, combinando l’atemporale rituale della cerimonia del tè con l’arte della profumeria. 
La fragranza oltre ad essere simbolo di un piacere profondo assume il ruolo di presenza determinante, le cui capacità di influenzare il nostro stato d’animo vanno oltre il ponderabile. L’abilità affabulatoria del profumo è ben percepibile, scandita nelle dieci fragranze della collezione, cui i tè omonimi danno sostegno nell’ampliamento dell’appagamento sensuale, sollecitando sensazioni di serenità, vigore, calma interiore, invitando alla scoperta del proprio sentire, risvegliando lo sguardo d’artista latente che è in noi. Profumi e Tè insieme sanno generare energia positiva, si uniscono in uno scambio osmotico interiore-esteriore, schiudono e ampliano ispirazione e immaginazione, influenzano i pensieri e, loro tramite, diviene facile esprimere liberamente le infinite varietà delle sensazioni che avvertiamo, anche le più impercettibili e recondite, coraggio, mistero, audacia, poesia, amore, curiosità, allegria, seduzione, empatia, frivolezza…
Catherine Laskine-Balandina, fondatrice del brand, è un’elegante signora di origini russe che vive a Parigi, a lei abbiamo chiesto di raccontarci l’ispirazione che ha originato la creazione di “State of Mind”:
“La mia adorata nonna mi parlava spesso della Cina, del Muro dei Nove Draghi, della Grande Muraglia, di lussureggianti giardini, dell’importanza della calligrafia, dell’agopuntura e del magico fiore di loto che si apriva se immerso in una tazza di tè, di meravigliosi profumi e dei colori sgargianti che riempivano i negozi di tè. Attraverso i suoi racconti ho immaginato viaggi in mondi fantastici, saturi di sapori e profumi, percorso senza sosta immensi giardini in fiore. Così nella vita il sogno infantile è diventato realtà e le fragranze hanno occupato gran parte della mia esistenza, anni intensi e densi di soddisfazioni che hanno fatto maturare in me un nuovo desiderio, quello di creare il mio brand State of Mind, espressione di un concetto diverso del rituale del profumo, che elevasse la scelta della fragranza ad uno status di cerimonia intima, molto vicino al cerimoniale del tè. 

Da ciò si è concretizzata poi l’idea delle “Olfactive Tea Room”, ambienti raccolti dove è possibile sperimentare l’accostamento fragranza-tè, in una contaminazione sinestetica tra gusto e olfatto, sviluppando una maggiore sensibilità nella percezione degli aromi. La percezione del gusto è intimamente correlata all’olfazione ed il termine gusto racchiude entrambi i sensi nel nostro linguaggio. I sapori primari, salato, dolce, amaro, acido sono percepiti e completati dai ricettori olfattivi, la retro-olfazione è il meccanismo fisiologico che consente l’acquisizione delle caratteristiche aromatiche, chiamate sapori, degli alimenti che introduciamo in bocca. Gli aromi seguono una traiettoria che dal retro del palato raggiunge l’epitelio olfattivo nelle cavità nasali. Un tragitto breve ma cosparso di potenti multiple sensazioni. Il senso ultimo è il ritrovarsi, un momento per stare bene, assaporare le note in pienezza, riflettere, modificare il proprio stato d’animo, caricarsi di energia e affinare la propria identità olfattiva. Sono molto orgogliosa di aver concepito e sviluppato questa collezione, composta da dieci fragranze e dieci blend di Tè, presentate in flaconi preziosi, con un pack multifunzionale e completata da candele profumate e diffusori di fragranze per ambienti”.

Catherine Laskine-Balandina nello sviluppo del concept State of Mind si è avvalsa della collaborazione di tre autorevoli partner:
Karine Dubreuil Sereni, il Naso dietro l’identità olfattiva delle creazioni State of Mind. Nata e cresciuta a Grasse, Karine rende omaggio alle sue origini utilizzando materie prime d’eccellenza. Ha frequentato la Roure School e collaborato con le più importanti case essenziere internazionali. Tra le sue composizioni Eclat d’Arpege di Lanvin, Envy Me di Gucci, Aqua Allegoria Pivoine Magique di Guerlain, Vice Versa di Yves Saint Laurent e molti altri.
Olivier Scala, Tea e Perfume Master, cresciuto in una famiglia di importatori di tè da cinque generazioni, si è appassionato da subito alla degustazione dei tè e diretto gli acquisti per conto dell’azienda di famiglia. Dal 1988 è a capo dell’azienda e presiede il Comité Français du Thé. Nel 2005 ha promosso il primo Tea Festival di Parigi ed è attivo nella divulgazione della cultura del tè presso università e scuole alberghiere. Il suo libro Thés è diventato un riferimento essenziale per esperti della bevanda e appassionati.
Cédric Dequidt, l’interior designer che si occupa dell’immagine e dell’allestimento degli spazi espositivi retail. Sua l’ideazione di un ambiente esclusivo di ispirazione Art Deco, The Olfactive Tea Room, dove i clienti possono degustare fragranze e tè con le medesime note odorose in un’esperienza sinestetica unica.

Più
Mostrando 1 - 10 di 10 articoli
Mostrando 1 - 10 di 10 articoli